GTA San Andreas

Di Diego Anzisi del 28/03/2006 | Nella categoria Giochi | Con 3 commenti
pc,action,gta san andreas,xbox

Grand Theft Auto, il videogioco-capro espiatorio è tornato. Una notizia fresca fresca arrivata dal Giappone alimenta, proprio in occasione della conversione dell’acclamato titolo nei formati Xbox e Pc,  la diffidenza di una parte dell’opinione pubblica (composta evidentemente da non videogiocatori) nei confronti del videogame della Rockstar. Pare che un bambino, dopo aver fatto detonare un appartamento, abbia confessato alla polizia di amare GTA III. Una prova schiacciante, secondo alcuni: la colpa è del videogame. Questa è solo l’ultima accusa, in ordine cronologico, di una lunga lista inquisitoria.

In una situazione del genere la giocabilità talvolta è finita in secondo piano, e spesso e volentieri si è parlato più dei pessimi modelli di vita che il gioco mostrerebbe ai bambini, che dell’incredibile gameplay e della (quasi) infinita longevità di San Andreas. La mappa contenuta nella confezione di GTA San Andreas potrebbe tranquillamente essere scambiata per la cartina di un vero stato americano: in effetti chiari, anzi chiarissimi, sono i riferimenti strutturali delle città virtuali (San Fierro, Las Venturas e Los Santos) alle reali città di California e Nevada (San Francisco, Las Vegas e Los Angeles).

La cosa più impressionante, però, è che qualsiasi area della mappa è realmente visitabile: per spostarsi da una città all’altra sarà necessario percorrere una fitta rete autostradale. Nel caso in cui il viaggio dovesse risultare noioso è addirittura possibile uscire al primo svincolo e andare a fare danni in qualche paesino dell’entroterra americano. San Andreas, seppure basato su una trama molto approfondita, può essere giocato in moltissimi modi diversi.

Infatti, spostandosi con il proprio personaggio, Carl Johnson, potrebbe capitare qualunque cosa, proprio come nella vita reale: le città sono “vive” i personaggi che la popolano sono dotati di un’ottima intelligenza artificiale lasciando, così, ampi margini di interazione tra i personaggi. Parlare di GTA San Andreas è molto difficile: un videogame che racchiude in se una quantità di generi impressionante (basti pensare che è possibile giocare a biliardo, a basket, d’azzardo, andare in palestra…), tutti caratterizzati da una realizzazione spettacolare. Un titolo così è classificabile in un solo modo: capolavoro.

COMMENTI:
  • Alex martedì 24 febbraio 2009 ore 15:59
    giuo
  • Simone lunedì 26 febbraio 2007 ore 16:59
    secondo me gta san andreas è molto bello. Ma non solo come grafica ma anche come gioco, io lo ho finito . Io vorrei anche gta Liberty city ma io ho l' xbox e per xbox non lo trovo...... Da Simone Stella 11 anni
  • Marco venerdì 11 agosto 2006 ore 12:08
    Secondo me gta san andres è il più brutto gioco della saga gta. Se si esclude la grafica, che ovviamente è migliore essendo il più recente rispetto agli altri gta, tutto il resto secondo me è nettamente peggiore rispetto a gta vice city. Io preferisco di gran lunga quest'ultimo.